2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

http://www.ciclocircuiti.it/

ASSEGNATE LE MAGLIE TRICOLORI FCI MF

Una calda giornata ha accompagnato una bella edizione della GF Centenario, da quest’anno prova valida per il Challenge Alé e per il campionato italiano FCI. Quasi 1000 iscritti hanno pedalato sul percorso di poco superiore ai 110km, selezionato dagli organizzatori nell’ultima settimana, dopo che sono stati costretti a rinunciare alla doppia opzione a causa di una frana sul lungo. Montebelluna, come da ormai 5 anni, è la sede logistica e di partenza e arrivo della manifestazione organizzata dal GS Olang. Diversi i protagonisti di giornata da suddividere tra quelli dell’evento nel suo complesso e quelli delle maglie tricolori riservate ai soli tesserati FCI.  A seguire podi assoluti M/F e tutte le maglie tricolori assegnate.
 
Classificati: 777
 
SOCIETA' PREMIATE
1      A.S.D. CICLO DELTA 2.0
2      TEAM ARMISTIZIO ZEROLITE
3      SANT'ANNA TEAM
 
GF CENTENARIO           
POS     COGNOME     NOME     SESSO
1     SALDAMARCO     DOMENICO     M
2     PONTALTO     ANDREA     M
3     FANTINI     ALESSANDRO     M
1     GORINI     MICHELA     F
2     BERTOLIN     ODETTE     F
3     ROSA     DEBORAH     F
      
TEAM     RACETIME
A.S.D. EURONIX TEAM     2:57:38
ALE' CIPOLLINI     2:57:39
G.C. OMM-MELANIA-FALERIA     2:57:48
FAUSTO COPPI FERMIGNANO     3:10:55
SOMEC-MG.K VIS-LGL     3:11:32
TEAM DE ROSA SANTINI     3:18:01
Campione italiano MF FCI           
CAT     COGNOME     NOME     TEAM
ELM     SALDAMARCO     DOMENICO     ELMTA.S.D. EURONIX TEAM
M1     PONTALTO     ANDREA     ALE' CIPOLLINI
M2     BIANCHIN     ALESSANDRO     SPEZZOTTO BIKE TEAM
M3     PAULETTI     ALESSANDRO     S.S.D. PEDALE FELTRINO
M4     D'ASCENZO     WLADIMIRO     G.C. OMM-MELANIA-FALERIA
M5     MOTTA     EMANUELE     DT BIANCHI
M6     RICCIONI     GIOVANNI     FAUSTO COPPI FERMIGNANO
M7     PALMA     RICHARD     DYNAMIC BIKE TEAM
M8     GIALDINI     RUGGERO     77 GUIDIZZOLO
                  
Campionessa italiana MF FCI     
CAT     COGNOME     NOME     TEAM
EWS     ROSA     DEBORAH     TEAM DE ROSA SANTINI
W1     FURLAN     ENRICA     SPEZZOTTO BIKE TEAM
W2     GORINI     MICHELA     FAUSTO COPPI FERMIGNANO

http://amatoriale.federciclismo.it/

L'appuntamento del 3 giugno, preparato in occasione dei 40° anno di attività del GS Olang, assegnerà i titoli italiani di Medio Fondo riservati ai Master e alle Women e metterà in palio il 5° Gran Premo Astute, il 24° Gran Premio Olang e il 1° Gran Premio Ipanema.

Montebelluna (Treviso) - Il countdown per la 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra", in programma domenica 3 giugno con partenza e arrivo a Montebelluna, in provincia di Treviso, è cominciato. A poche ore dall'attesissimo evento, che è organizzato dal Gruppo Sportivo Olang diretto da Angelo Pasqualin e al quale sono iscritti 1200 atleti (cifra destinata ad aumentare in quanto le iscrizioni saranno aperte anche sabato e domenica) italiani e stranieri, fervono i preparativi per mettere a punto una manifestazione particolarmente ambita e che ha un fascino del tutto particolare. Un appuntamento che, preparato in occasione dei 40° anno di attività del sodalizio, assegnerà anche i titoli italiani di Medio Fondo riservati ai Master e alle Women e metterà in palio il 5° Gran Premo Astute, il 24° Gran Premio Olang e il 1° Gran Premio Ipanema. Tra le tante novità della 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario, oltre al ricco pacco gara, spicca l'abbinamento alle prove del Challenge Alè e del Criterium Veneto.

Tra gli iscritti numerosissimi i protagonisti delle quattro precedenti edizioni e tra loro spiccano la due volte vincitrice del percorso corto nel 2015 e 2016 e terza nel 2017 in quello lungo, Enrica Furlan; quindi Alessandro Bianchin primo nel corto del 2015 e terzo nel lungo del 2017 e Alessandro Bertuola primo nel 2015 e secondo nel 2017 nel lungo. Tanti anche gli atleti provenienti dagli altri paesi Europei ma anche campioni e specialisti di altre discipline sportive che hanno scelto la Gran Fondo del Centenario per migliorare la loro preparazione. Tra loro spiccano Manfred Molgg (campione di sci alpino con 3 medaglie ai Mondiali, 1 in Coppa del Mondo nello slalom speciale e 20 podi nella stessa), Roland Ploner (di motoslitta con molti titoli italiani all'attivo e grande protagonista degli Europei e dei Mondiali); nonché gli olimpionici del tandem Carlo Durante e la guida Giorgio Cavasin.

Tra gli ospiti d'onore il responsabile della Struttura Nazionale Amatoriale della Fci, Renzo Pizzolato e il presidente del Circuito Criterium Veneto, Lorenzo Salvadori.

I percorsi della Gran Fondo e della Medio Fondo sono stati disegnati rispettivamente sulle distanze di 139 km (con un dislivello di 2699 metri) e di 111 km (1766 metri). La partenza sarà data alle ore 8 dall'area pedonale di Corso Mazzini dove avverranno le premiazioni dei primi classificati. Le premiazioni generali, invece, si svolgeranno presso il Palazzetto dello sport "Palamazzalovo", in Via Malipiero a partire dalle ore 14.

Quello lungo interesserà Montebelluna, Volpago del Montello, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia, S. Maria della Vittoria, S. Mama, Bivio Ciano del Montello, Nogarè di Crocetta, Crocetta del Montello, Ponte di Vidor, Colbertaldo, Col S. Martino (ristoro e assistenza meccanica), Guia, Valdobbiadene, Ponte di Fener, Alano di Piave, Malga Miet (ristoro e assistenza meccanica), Bivio Malga Vedetta, Malga Mure, Bivio per Campocroce, Campocroce, Semonzo (ristoro e assistenza meccanica), Crespano del Grappa, Fonte Alto, Pagnano d'Asolo, Bivio Mostaccin, Forcella Mostaccin, Maser, Cornuda, Biadene di Montebelluna e Montebelluna (ristoro e assistenza meccanica). Con arrivi previsti tra le 11.50 e le 14.55.

Quello corto coinvolgerà Volpago del Montello, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia, S. Maria della Vittoria, S. Mama, Bivio Ciano del Montello, Nogarè di Crocetta, Crocetta del Montello, Ponte di Vidor, Colbertaldo, Col S. Martino (ristoro e assistenza meccanica), Guia, Valdobbiadene, Ponte di Fener, Alano di Piave, Malga Miet (ristoro e assistenza meccanica), Cavaso del Tomba, Castelcucco, Pagnano d'Asolo, Bivio Mostaccin, Forcella Mostaccin, Maser, Cornuda, Biadene di Montebelluna e Montebelluna (ristoro e assistenza meccanica). Con gli arrivi previsti tra le ore 11.06 e le 13.36.

"Non lo nascondo - ha detto Pasqualin che nei giorni scorsi ha dovuto fare i conti con una forma influenzale - che per la nostra società è un grande sforzo organizzativo e che affrontiamo con impegno e passione convinti che il passaggio storico legato a questo evento indimenticabile. Uno sforzo organizzativo che affrontiamo grazie al sostegno delle Pubbliche Amministrazioni, delle Forze dell'Ordine, della Protezione Civile, della Croce Verde, dei Gruppi Alpini, degli sponsor e della schiera di volontari e amici del ciclismo. Sinceramente senza il loro apporto non si potrebbe pensare ad un allestimento così grande. Il nostro auguro agli atleti, ai dirigenti, agli accompagnatori e alle famiglie che giungeranno a Montebelluna è quello di poter trascorrere una giornata indimenticabile di sport accolti dallo spirito di amicizia del nostro gruppo sportivo e della città che amano veramente il ciclismo. Un grande in bocca al lupo a tutti".

Nell'attesa dell'arrivo dei concorrenti sono state programmate alcune manifestazioni collaterali tra le quali spiccano le prove di abilità e gioco ciclismo per i bambini in età comprese tra i 5 ed i 12 anni organizzate dal Gs Diavoletti del Montello e le esibizioni della Banda Musicale e delle Majorette Città di Montebelluna.

Seguiranno all'arrivo in Corso Mazzini le premiazioni dei primi tre classificati assoluti, sia del percorso breve (con l'assegnazione delle due maglie tricolori) che di quello lungo, dei settori femminili e maschili. La cerimonia finale delle premiazioni dei concorrenti di tutte le categorie è stata programmata al Palamazzalovo dopo il pasta party. “Una giornata intensissima – ha concluso Angelo Pasqualin - tutta dedicata allo sport più bello del mondo da chi gli vuole veramente tanto bene”.

Francesco Coppola

http://amatoriale.federciclismo.it/

https://www.fciveneto.it/

Montebelluna (TV) - A poco più di due mesi dall’edizione numero cinque i preparativi per la Granfondo del Centenario, che si svolgerà domenica 3 giugno a Montebelluna, in provincia di Treviso, sono entrati nel vivo. Ad evidenziarlo, la grande attività svolta dal sodalizio organizzatore, il Gruppo Sportivo Olang Montebelluna guidato da Angelo Pasqualin, ma anche il gran numero di iscrizioni per l’attesissimo appuntamento che sarà valido per la quinta prova (delle 10 programmate) del celeberrimo Circuito Alè Challenge e anche per la quinta tappa (delle 9 stabilite) del Criterium Veneto.

L’edizione di quest’anno della Granfondo del Centenario ha un sapore del tutto particolare se si considera che il sodalizio trevigiano, nato nel 1978, festeggia i 40 anni di attività e che lo stesso e irriducibile Angelo Pasqualin da sempre ne rappresenta la sua bandiera. Il club nei quattro decenni di vita ha più volte vinto i titoli italiani Cicloamatoriali e del Mediofondo, la Coppa Italia (nel 1986, 1989 e 2015) e si è fregiato della Distinzione al Merito Sportivo.
L’organizzazione della Granfondo del Centenario in questi giorni sta completando i dettagli legati alla sicurezza lungo tutto il nuovo percorso, curando nei minimi particolari anche la salita verso il celeberrimo Monte Grappa. Dopo aver affrontato la metà del percorso, in cima al Monte Tomba, il gruppo si dividerà: i più preparati continueranno la salita sfidando le pendenze del versante Sud. Superato l’Archeson scenderanno verso la "Val delle Mure" per poi riprendere l’ascesa verso il Grappa fino a raggiungere il bivio con la strada che scende verso Fietta. I due percorsi, però, si ricongiungeranno in località Pagnano ed i concorrenti dovranno affrontare l’ultima fatica scalando da Nord il breve strappo che arriva a Forcella Mostacin. Da Maser inizierà quindi il lungo tratto veloce che porterà gli atleti al traguardo finale, in Corso Mazzini, in centro a Montebelluna.

Il percorso lungo misura 139 km e assegnerà il 5° Gran Premio Astvute; mentre quello corto, di 111 km, sarà valido per il 24° Gran Premio Olang. L’edizione 2018 della Granfondo del Centenario sarà anche a carattere tricolore; la prova stabilita sul percorso corto sarà valida per l’assegnazione del Campionato Italiano di categoria Master e Woman e assegnerà quindi dodici titoli Italiani con le relative maglie tricolori. Un altro appuntamento importante al quale non potranno mancare tutti gli appassionati delle Granfondo.

La presentazione della gara avverrà sabato 19 maggio nella Sala Consiliare della Città di Montebelluna. Il Comitato Organizzatore guidato da Angelo Pasqalin ed il sindaco, Marzio Favero, illustreranno le ultime novità in vista dell’apertura della Segreteria che accoglierà gli atleti già dalla mattina di sabato 2 Giugno. Quest’anno il percorso non è l’unica novità.

Solo per i primi 1000 pacchi gara è prevista una maglia tecnica da corsa molto bella creata appositamente per lo storico evento dedicato al ricordo della Grande Guerra e realizzata in collaborazione con lo sponsor tecnico SoulLimit, oltre alle altre interessanti novità che saranno svelate durante la presentazione. Chi lo vorrà, hanno spiegato i promotori dell’iniziativa, potrà completare la divisa acquistando i pantaloncini nello stand dello sponsor tecnico. Le premesse per una bella giornata all’insegna dello spettacolo e dell’amicizia ci sono proprio tutte.

Frattanto il Gruppo Sportivo Olang ha esordito nella nuova stagione del settore con i migliori auspici presentando la squadra l’8 aprile alla presenza delle autorità (il sindaco Favero, gli assessori allo Sport, Elisa Gobbo Elisa e al Sociale Dino Bottin e il consigliere Alberto Bordin e con loro lo sponsor ufficiale, Armando Sartor titolare della Olang di Volpago del Montello e gli altri amici storici del sodalizio).

Una stagione quella del 2018 iniziata nel migliore dei modi per il club di Montebelluna grazie alle buone prove evidenziate alle Granfondo Lake Garda Cycling Torbole in Trentino il 18 marzo, alla Segafredo di Asolo il 15 aprile e domenica 22 a Marostica, nel vicentino.

Francesco Coppola

http://tribunatreviso.gelocal.it/

http://amatoriale.federciclismo.it/

La manifestazione si svolgerà il 3 giugno a Montebelluna, sarà valida per i campionati  italiani di Medio Fondo Master e Women. Due i tracciati di 139 e 111 chilometri

Montebelluna (TV) - Milleduecento atleti in rappresentanza di tutte le regioni d'Italia e molti dei quali provenienti da i Paesi d'Europa parteciperanno domenica 3 giugno a Montebelluna, in provincia di Treviso, alla 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario. A rilevarlo è stato Angelo Pasqualin, presidente del Gruppo Sportivo Olang, organizzatore dell'evento, durante la presentazione della competizione svoltasi nella sala Consigliare del Comune di Montebelluna alla presenza degli amministratori comunali e dei dirigenti della Federciclismo.

"Prosegue con la Gran Fondo del Centenario il nostro progetto che ha per obiettivo quello di unire la storia allo sport - ha sottolineato Pasqualin dopo aver rivolto il benvenuto agli ospiti - e ci consente di rivisitare i luoghi che furono teatro della Grande Guerra. Un monito per i giovani e i posteri affinché tali atrocità non si ripetano mai più. Dopo le precedenti quattro esperienze che ci hanno gratificato al di là di ogni più rosea previsione rinnoviamo l'appuntamento certi che anche quest'anno il messaggio storico e sportivo di questa manifestazione possa raggiungere ogni angolo d'Italia".

Quella del 2018 sarà un'edizione del tutto speciale, disegnata su due percorsi (uno per gli specialisti delle Gran Fondo e l'altro per quelli del Medio Fondo) che interesseranno le località che furono teatro del primo conflitto mondiale e che coinvolgeranno oltre il fiume Piave (caro alla Patria) e per la prima volta anche il Monte Grappa dove erano dislocate le truppe italiane e quelle austroungarighe. Tra le novità dell'edizione del 2018, che assegnerà i titoli italiani di Medio Fondo Master e Women, anche l'inserimento della manifestazione nel Challenge Alè e nel Criterium Veneto entrambi articolati in nove tappe.

Centenario PRESENTAZIONE1

A tenere a battesimo la Gran Fondo del Centenario sarà l'ex campione e professionista di Montebelluna, Mario Beccia, formatosi alla scuola del compianto Ugo Pavan. Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, che era affiancato dagli assessori Elisa Gobbo, Dino Bottin e Michele Toaldo; mentre a rappresentare la Federciclismo c'erano, Barbara Baratto, della Prima Sezione Corte Federale d'Appello, il vice presidente del Comitato Veneto, Ivano Corbanese, il consigliere onorario, Italo Bevilacqua, quindi il responsabile della Struttura Tecnica del Veneto, Mario Penariol, il consigliere trevigiano, Moreno Zonta, il presidente del Comitato Provinciale di Padova, Giorgio Martin e l'ex professionista, Alessandro Bertuola.

"Porgo il benvenuto a quanti si sono adoperati per l'organizzazione - ha osservato Favero - alle loro spalle c'è una grande squadra che lavora. Mi chiedo se ha senso ricordare il conflitto mondiale con una manifestazione simile. La risposta è affermativa perché la guerra la vollero gli aristocratici ma a farla furono gli umili utilizzando anche le biciclette per spostarsi nelle diverse zone dei combattimenti e affrontare gli avversari che come loro avevano le stesse paure". "Ci stiamo adoperando per recuperare i luoghi della Grande Guerra che hanno segnato il nostro territorio e che devono diventare i luoghi della pace - ha concluso il sindaco - e il ciclismo è un importante mezzo per poterlo fare. Sono certo che sarà una grande edizione della Gran Fondo del Centenario".

"Quando nei giorni scorsi ho presentato a Renato Di Rocco il libretto che accompagna la Gran Fondo - ha sottolineato la signora Baratto - il presidente ha esternato grande entusiasmo per l'evento condividendo il mio pensiero. Qui si parla della Grande Guerra, sport e bicicletta; un'unione che crea la forza con la consapevolezza del grande lavoro necessario per organizzare un evento straordinario".

"Ringrazio l'Olang - ha precisato dal canto suo Ivano Corbanese nel portare il saluto della Federciclismo del Veneto - che proprio quest'anno festeggia i 40 anni di attività e per aver voluto promuovere il ricordo di un conflitto attraverso una manifestazione che rappresenta l'inno allo sport. alla vita, alla gioia e alla pace e della quale Pasqualin ne rappresenta il perno".

Subito dopo sono stati Luciano Fabretto, direttore di corsa e Domenico Positello, vice presidente del Gs Olang, ad illustrare gli appuntamenti collaterali, i percorsi e le caratteristiche della 5^ Gran Fondo e della Medio Fondo disegnate rispettivamente sulle distanze di 139 km (con un dislivello di 2699 metri) e di 111 km (1766 metri) che assegneranno il 5^ Gran Premio Astvute, il 1° Gran Premio Ipanema e il 24° Trofeo Olang.

Centenario Pasqualinmaglia

La cerimonia si è conclusa con la consegna da parte di Angelo Pasqualin della maglia verde commemorativa, appositamente preparata per l'evento, a Mario Beccia. "Sono passati 30 anni da quando ho concluso l'attività sportiva - ha ricordato Beccia che è anche presidente dell'Associazione Glorie del Ciclismo Triveneto - e il ciclismo mi ha dato tanto. Non pensavo che dopo tanto tempo gli organizzatori si ricordassero di me. Ma un grazie lo dedico al mio primo maestro Ugo Pavan che ha sempre creduto in me. Sono onorato e felice e non posso ricordare che la nostra è una meravigliosa palestra". "Il ciclismo rispetto ai miei tempi è cambiato parecchio - ha concluso - noi dovevamo saper leggere la corsa ora, invece, ci sono le radioline che informano di tutto quello che avviene e poi noi eravamo molto più vicini ai tifosi".

"Il nostro è uno sforzo organizzativo di notevole spessore - ha concluso Pasqualin nel dare l'arrivederci a domenica 3 giugno - che affrontiamo con serenità ampiamente ripagati dal gran numero di partecipanti, dal sostegno della Pubblica Amministrazione, dalle forze dell'ordine, dalla Protezione Civile, dalla Croce Verde, da i Gruppi Alpini, dagli sponsor, dalla schiera di volontari e amici del ciclismo. Un plauso speciale a i componenti del Comitato Organizzatore e del Consiglio Direttivo del Gs Olang che mi onoro di presiedere".

Ad accogliere gli ospiti e a fare gli onori di casa dopo la cerimonia di presentazione gli studenti dell'Istituto Professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera "Giuseppe Maffioli" di Montebelluna.

Francesco Coppola

federciclismo.it

federciclismoveneto.com

tuttobicitech.it

Grande impegno per il gruppo sportivo Olang di Montebelluna, che festeggia i 40 anni di attività e organizza la quinta edizione della gara - Appuntamento fissato per il 3 giugno 2018

Montebelluna (Treviso) - Il 2018 è iniziato soltanto da pochi giorni ma per il Gruppo Sportivo Olang, che da sempre opera con intensità e a 360 gradi, sarà un anno particolarmente importante in quanto la società diretta da Angelo Pasqualin festeggerà il 40° anno dalla fondazione. La compagine di Montebelluna proprio in occasione del grande evento è da tempo al lavoro per preparare i festeggiamenti che si svilupperanno lungo l'intera stagione.

C'è quindi grande attesa ma anche fermento per quello che sarà messo in scena dal dinamico e titolato gruppo sportivo che si è fregiato ancora una volta del titolo Italiano di società. Fiore all'occhiello del club trevigiano sarà certamente la 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario che quest'anno, allo scadere dei 100 anni dall'inizio della Grande Guerra, il 3 giugno proporrà un'edizione dal percorso inedito.

La manifestazione si svolgerà all'interno di un nuovo scenario che fa capo alla prestigiosa "Alè Challenge"; il circuito composto da dieci manifestazioni che interessano tutte le regioni del Nord Italia a cominciare da domenica 25 febbraio per finire domenica 2 settembre.

Angelo Pasqualin ed i suoi validi collaboratori hanno già predisposto i percorsi della Gran Fondo del Centenario. Cambierà il senso di marcia rispetto agli anni precedenti. Il percorso lungo, di 139 km, infatti, inizierà da Montebelluna e seguirà la direzione di Nervesa della Battaglia, per attraversare quindi il Montello, poi la Pedemontana, Alano di Piave, il Monte Tomba dal versante Nord e raggiungere per la prima volta, dopo tre edizioni, il Monte Grappa. Quest'ultima località particolarmente amata dagli appassionati dello sport del pedale lo scorso anno non potette essere interessata al passaggio della Gran Fondo per il concomitante passaggio della tappa del Giro d'Italia. Un circuito, quello preparato dagli amici del Gruppo Sportivo Olang, che coinvolgerà, come vuole la tradizione, le località che furono teatro del terribile conflitto bellico all'inizio del secolo scorso.

Il percorso breve, di 112 km, sarà valido come prova unica per il Campionato Italiano di Fondo Master e Woman 2018. Ricalcherà nella prima metà il tracciato lungo ma poi devierà per Alano di Piave su una sezione ondulata e proseguirà per Cavaso del Tomba per rientrare quindi ad Asolo, sempre nel trevigiano, sullo stesso tracciato di quello lungo.

Francesco Coppola

Queste le dieci tappe dell'"Alè Challenge": 1^ prova - 25 Febbraio - Granfondo Laigueglia (Savona); 2^ prova - 18 Marzo - Granfondo Lake Garda Cycling a Torbole (Verona); 3^ prova - 15 Aprile - Granfondo di Firenze, a Firenze; 4^ prova - 6 Maggio - Granfondo del Sale a Cervia (Ravenna); 5^ prova - 3 Giugno - Granfondo del Centenario a Montebelluna (Treviso); 6^ prova - 10 Giugno - Granfondo Alé la Merckx a Verona; 7^ prova - 24 Giugno - Granfondo Gavia e Mortirolo ad Aprica (Sondrio); 8^ prova - 8 Luglio - Granfondo la Leggendaria CharlyGaul a Trento; 9^ prova - 15 Luglio - Granfondo Pina Cycling Marathon a Treviso; 10^ prova - 2 Settembre - Granfondo Scott a Piacenza.