2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

http://amatoriale.federciclismo.it/

L'appuntamento del 3 giugno, preparato in occasione dei 40° anno di attività del GS Olang, assegnerà i titoli italiani di Medio Fondo riservati ai Master e alle Women e metterà in palio il 5° Gran Premo Astute, il 24° Gran Premio Olang e il 1° Gran Premio Ipanema.

Montebelluna (Treviso) - Il countdown per la 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra", in programma domenica 3 giugno con partenza e arrivo a Montebelluna, in provincia di Treviso, è cominciato. A poche ore dall'attesissimo evento, che è organizzato dal Gruppo Sportivo Olang diretto da Angelo Pasqualin e al quale sono iscritti 1200 atleti (cifra destinata ad aumentare in quanto le iscrizioni saranno aperte anche sabato e domenica) italiani e stranieri, fervono i preparativi per mettere a punto una manifestazione particolarmente ambita e che ha un fascino del tutto particolare. Un appuntamento che, preparato in occasione dei 40° anno di attività del sodalizio, assegnerà anche i titoli italiani di Medio Fondo riservati ai Master e alle Women e metterà in palio il 5° Gran Premo Astute, il 24° Gran Premio Olang e il 1° Gran Premio Ipanema. Tra le tante novità della 5^ edizione della Gran Fondo del Centenario, oltre al ricco pacco gara, spicca l'abbinamento alle prove del Challenge Alè e del Criterium Veneto.

Tra gli iscritti numerosissimi i protagonisti delle quattro precedenti edizioni e tra loro spiccano la due volte vincitrice del percorso corto nel 2015 e 2016 e terza nel 2017 in quello lungo, Enrica Furlan; quindi Alessandro Bianchin primo nel corto del 2015 e terzo nel lungo del 2017 e Alessandro Bertuola primo nel 2015 e secondo nel 2017 nel lungo. Tanti anche gli atleti provenienti dagli altri paesi Europei ma anche campioni e specialisti di altre discipline sportive che hanno scelto la Gran Fondo del Centenario per migliorare la loro preparazione. Tra loro spiccano Manfred Molgg (campione di sci alpino con 3 medaglie ai Mondiali, 1 in Coppa del Mondo nello slalom speciale e 20 podi nella stessa), Roland Ploner (di motoslitta con molti titoli italiani all'attivo e grande protagonista degli Europei e dei Mondiali); nonché gli olimpionici del tandem Carlo Durante e la guida Giorgio Cavasin.

Tra gli ospiti d'onore il responsabile della Struttura Nazionale Amatoriale della Fci, Renzo Pizzolato e il presidente del Circuito Criterium Veneto, Lorenzo Salvadori.

I percorsi della Gran Fondo e della Medio Fondo sono stati disegnati rispettivamente sulle distanze di 139 km (con un dislivello di 2699 metri) e di 111 km (1766 metri). La partenza sarà data alle ore 8 dall'area pedonale di Corso Mazzini dove avverranno le premiazioni dei primi classificati. Le premiazioni generali, invece, si svolgeranno presso il Palazzetto dello sport "Palamazzalovo", in Via Malipiero a partire dalle ore 14.

Quello lungo interesserà Montebelluna, Volpago del Montello, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia, S. Maria della Vittoria, S. Mama, Bivio Ciano del Montello, Nogarè di Crocetta, Crocetta del Montello, Ponte di Vidor, Colbertaldo, Col S. Martino (ristoro e assistenza meccanica), Guia, Valdobbiadene, Ponte di Fener, Alano di Piave, Malga Miet (ristoro e assistenza meccanica), Bivio Malga Vedetta, Malga Mure, Bivio per Campocroce, Campocroce, Semonzo (ristoro e assistenza meccanica), Crespano del Grappa, Fonte Alto, Pagnano d'Asolo, Bivio Mostaccin, Forcella Mostaccin, Maser, Cornuda, Biadene di Montebelluna e Montebelluna (ristoro e assistenza meccanica). Con arrivi previsti tra le 11.50 e le 14.55.

Quello corto coinvolgerà Volpago del Montello, Giavera del Montello, Nervesa della Battaglia, S. Maria della Vittoria, S. Mama, Bivio Ciano del Montello, Nogarè di Crocetta, Crocetta del Montello, Ponte di Vidor, Colbertaldo, Col S. Martino (ristoro e assistenza meccanica), Guia, Valdobbiadene, Ponte di Fener, Alano di Piave, Malga Miet (ristoro e assistenza meccanica), Cavaso del Tomba, Castelcucco, Pagnano d'Asolo, Bivio Mostaccin, Forcella Mostaccin, Maser, Cornuda, Biadene di Montebelluna e Montebelluna (ristoro e assistenza meccanica). Con gli arrivi previsti tra le ore 11.06 e le 13.36.

"Non lo nascondo - ha detto Pasqualin che nei giorni scorsi ha dovuto fare i conti con una forma influenzale - che per la nostra società è un grande sforzo organizzativo e che affrontiamo con impegno e passione convinti che il passaggio storico legato a questo evento indimenticabile. Uno sforzo organizzativo che affrontiamo grazie al sostegno delle Pubbliche Amministrazioni, delle Forze dell'Ordine, della Protezione Civile, della Croce Verde, dei Gruppi Alpini, degli sponsor e della schiera di volontari e amici del ciclismo. Sinceramente senza il loro apporto non si potrebbe pensare ad un allestimento così grande. Il nostro auguro agli atleti, ai dirigenti, agli accompagnatori e alle famiglie che giungeranno a Montebelluna è quello di poter trascorrere una giornata indimenticabile di sport accolti dallo spirito di amicizia del nostro gruppo sportivo e della città che amano veramente il ciclismo. Un grande in bocca al lupo a tutti".

Nell'attesa dell'arrivo dei concorrenti sono state programmate alcune manifestazioni collaterali tra le quali spiccano le prove di abilità e gioco ciclismo per i bambini in età comprese tra i 5 ed i 12 anni organizzate dal Gs Diavoletti del Montello e le esibizioni della Banda Musicale e delle Majorette Città di Montebelluna.

Seguiranno all'arrivo in Corso Mazzini le premiazioni dei primi tre classificati assoluti, sia del percorso breve (con l'assegnazione delle due maglie tricolori) che di quello lungo, dei settori femminili e maschili. La cerimonia finale delle premiazioni dei concorrenti di tutte le categorie è stata programmata al Palamazzalovo dopo il pasta party. “Una giornata intensissima – ha concluso Angelo Pasqualin - tutta dedicata allo sport più bello del mondo da chi gli vuole veramente tanto bene”.

Francesco Coppola