2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

La seconda edizione della Gran Fondo del Centenario valevole per il secondo Gran premio Astute, in programma a Montebelluna (TV) il 31 maggio 2015, completa la stesura organizzativa con gli ultimi ritocchi al programma.

Il gruppo di lavoro della Gran Fondo del Centenario, ha definito i percorsi, che appaiono migliorati e più tecnici se confrontati con quelli dello scorso anno. Saranno due le soluzioni proposte, il percorso lungo prevede le salite del Monte Tomba dal versante sud, poi dopo il passaggio ad Alano di Piave la corsa tornerà in provincia di Treviso per iniziare la salita che da Valdobbiadene porta sulle Pianezze. La gara proseguirà in discesa e sul falsopiano fino a Miane per rientrare poi sulla sinistra del fiume Piave fino a Vidor. Dopo l’attraversamento del fiume Sacro alla Patria, il finale, che prevede il transito sulla Panoramica fino a Nervesa della Battaglia e il rientro a Montebelluna percorrendo la dorsale del Montello e infine la salita di Mercato Vecchio per uno sviluppo di 163 chilometri.

Il tracciato corto, che sviluppa 111 chilometri, non prevede le salite ma porterà i corridori a rivisitare il territorio della Grande Guerra percorrendo luoghi ora diventati suggestivi, incantevoli, lussureggianti, su un territorio ondulato che ricalca per la maggior parte il tracciato lungo.

La manifestazione, organizzata dal G.S. Olang la società diretta da Angelo Pasqualin che da quest’anno è inserita nel Circuito Veneto Maglia Nera bay Pinarello, ha allargato lo scenario di partecipazione aprendo alle categorie “non vedenti”.

La prova riservata ai non vedenti nasce da un’idea di Carlo Durante, atleta ipovedente campione Olimpico di Maratona a Barcellona nel 1992, ed è rivolta al ricordo dei soldati deceduti sulle nostre montagne. A Montebelluna sarà quindi disputata, nell’ambito della Gran Fondo del Centenario, l’ultima prova del Tour Veneto in Tandem per non Vedenti alla quale hanno già aderito quindici equipaggi formati da un’atleta non vedente e dalla sua guida. Il percorso disegnato per questa categoria di atleti, attraverserà i luoghi che furono scenario di aspre battaglie, eviterà però le salite impegnative del Monte Tomba e delle Pianezze, ma entrerà sul Montello transitando a Santa Maria della Vittoria e poi a Mercato Vecchio prima della conclusione a Montebelluna.

Continuano nel frattempo le iscrizioni che di giorno in giorno diventano più voluminose, mentre l’organizzazione ha già confezionato il pacco gara previsto come omaggio a tutti i partecipanti. La confezione comprende: una polo, un scalda collo, un paio di calzini, una borsa porta casco, eventuali altri omaggi saranno comunicati il giorno della gara.

Notizie e aggiornamenti sono reperibili sulle pagine del sito che l’organizzazione ha preparato visibili all’indirizzo: http://www.gfdelcentenario.it

Comunicazione

G.S. Olang