2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

http://tribunatreviso.gelocal.it/

MONTEBELLUNA. Alessandro Bertuola ha tagliato per primo il traguardo del percorso lungo, Alessandro Bianchin si è imposto per distacco nel percorso breve, Astrid Schartmueller ha vinto tra le donne nella corsa lunga, Enrica Furlan in quella breve. Questi i vincitori della Gran Fondo del Centenario - seconda prova del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello - disputatasi ieri sui luoghi della Grande Guerra, con partenza e arrivo a Montebelluna. Organizzata dal Gs Olang del presidente Angelo Pasqualin, la Gran Fondo del Centenario giunta alla seconda edizione ha visto una partecipazione da grande kermesse: un migliaio i partecipanti al nastro di partenza della Gran Fondo del Centenario, valida anche come G.P. Astute Italia e per il Campionato Veneto. A differenziare i due percorsi, uno di 155chilometri, l'altro di 107, la salita sul Monte Tomba e le strade di Schievenin, Quero e Fener. La gara del percorso breve, dove sette corridori in fuga hanno condotto per buona parte della gara, si è decisa sull'ultima salita, quella verso Mercato Vecchio. Lì il crocettano Alessandro Bianchin, portacolori della Spezzotto Bike Team, è scattato, ha guadagnato una quindicina di secondi, scesi poi a otto durante la discesa di via Foresto, ma è riuscito a mantenere il vantaggio sul gruppetto di inseguitori e a tagliare da solo a braccia alzate il traguardo incorso Mazzini. Pochi secondi dopo è piombato sul traguardo il gruppetto degli inseguitori e per le piazze d'onore c'è stato uno sprint che al fotofinish ha assegnato il secondo posto a Ivan Gardello, sempre della Spezzotto Bike Team, e il terzo a Davide Magon della Syntec. Man mano che i ciclisti del percorso breve giungevano sul traguardo, si delineava la classifica femminile, che vedeva giungere per prima sul traguardo Enrica Furlan, 27enne atleta sempre del Team Spezzotto, poi via via arrivavano anche Michela Bergozza della Hot Wheels Team ed Elisabetta Checchi de La Pedivella. Intanto i ciclisti del percorso lungo si davano battaglia lungo il tragitto, gli scollinamenti avevano spezzettato la carovana in tanti gruppetti e ben presto si era delineata la fisionomia della corsa: Alessandro Bertuola e Luciano Mencaroni, compagni di squadra della Cicli Copparo di Ancona, erano andati in fuga e sono arrivati da soli al traguardo. Senza sprintare ha tagliato per primo il traguardo Bertuola seguito a ruota da Mencaroni, dopo oltre 5 minuti è arrivato Paolo Minuzzo. del Team GF Liotto ad aggiudicarsi il terzo posto. Mancavano
solo le donne del percorso lungo per l'ultima classifica, una gara la loro funestata da una caduta sia della vincitrice che della seconda sul Montello: la vittoria è stata di Astrid Schartmueller della Pedali Pedavena, piazze d'onore per Gloria Bee e Federica Giacometti. (e.f.)