2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

http://www.tuttobiciweb.it/

La bicicletta e la storia del nostro Paese si incontrano di nuovo per la 4^ edizione della Granfondo del Centenarioin programma per domenica 28 maggio 2017.
Una manifestazione nata con la finalità di permettere a tanti appassionati di pedalare attraverso i luoghi e le strade simbolo che raccontano la storia d’Italia.
Ancora una volta la corsa partirà e arriverà nella splendida cornice della città di Montebelluna con la nuova piazza posizionata tra la Loggia dei Grani ed il Palazzo Municipale.
Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave, il Monte Cesen, il Montello sono solo alcuni dei luoghi che gli appassionati attraverseranno durante la manifestazione che anche quest’anno propone due percorsi: il lungo di 143 km con 2500m di dislivello, che che assegnerà il 4° GpAstvte ed il medio di 110 km con 1200m di dislivellovalido per il 23° Gran Premio Olang, società organizzatrice dell’evento.
Confermata anche per l’edizione 2017 la cronoscalata nel tratto Valdobbiadene-Pianezze che renderà la corsa ancor più accattivante per chi ama misurarsi contro il tempo.
Presenti due madrine d’eccezione per questa edizione: Alessandra Cappellotto, prima italiana a diventare campionessa del mondo nel 1997 e campionessa italiana nel 2003 su strada e Diana Žiliute, dirigente sportiva ed ex ciclista su strada lituana edirettrice tecnica della Diadora-Pasta Zara dal 2011 al 2013.
La città di Montebelluna, la nostra storia ed il ciclismo si uniranno per offrire agli appassionati un grande evento che ogni anno raccoglie sempre più consensi dagli appassionati delle due ruote e che mira a diventare in futuro prossimo una manifestazione dal carattere internazionale.
La Granfondo del Centenario si rivolge, attraverso lo sport, all’umanità intera con un richiamo alla riconciliazione e, al tempo stesso, con l’invito a consolidare i rapporti tra le nazioni d’Europa per fare del Vecchio Continente.
La società organizzatrice, la G.S. Olang, da sempre attenta alla promozione dell’attività ciclistica vuole dare un segnale forte di amore verso uno sportche tante soddisfazioni gli ha riservato e che continua a riservargli e di amore verso una terra che è culla della nostra storia recente.
Un evento unico nel suo genere che crediamo possa attirare una folta cornice di pubblico curioso ed un largo numero di appassionati.
“La Granfondo del Centenario” si svolgerà domenica 28 maggio 2017, una giornata all’insegna dello sport e della storia.

http://www.tuttobicitech.it/

http://tribunatreviso.gelocal.it/

A poco più di un mese dal via il Gruppo Sportivo Olang Montebelluna, organizzatore della 4^ edizione della Gran Fondo del Centenario, è in  piena attività per offrire agli atleti, alle loro famiglie e agli accompagnatori la migliore ospitalità e predisporre un gradevole percorso di gara. La manifestazione, a carattere internazionale che assegnerà il 4° Gran Premio Astvute ed il 23° Gran Premio Olang, è stata programmata per domenica 28 maggio e avrà due straordinarie madrine come le campionesse Alessandra Cappellotto e Diana Ziliute.
I percorsi della gara, disegnati lungo le località che furono teatro della Grande Guerra del 1915-1918, sono pronti da tempo e come consuetudine è previsto un tracciato lungo (di 144 km) e uno corto (di 110 km). Lo scenario, come ha precisato Angelo Pasqualin, presidente del Gruppo Sportivo Olang che in questi giorni insieme ai propri validi collaboratori sta lavorando sodo per la perfetta riuscita dell'appuntamento internazionale, sarà lo stesso; ovvero quello che coinvolgerà la Pedemontana Trevigiana.
La partenza della Gran Fondo del Centenario, come è avvenuto nelle precedenti edizioni, avverrà nella rinnovata e bellissima piazza principale di Montebelluna, fra la Loggia dei Grani ed il Palazzo Municipale alla presenza del sindaco Marzio Favero e dell'assessore allo sport, Elisa Gobbo.
Piazza nella quale domenica 2 aprile furono presentate le squadre dei campioni d’Italia e del Veneto 2016 di medio fondo del Gruppo Sortivo Olang. La competizione, inoltre, sarà valida per il Campionato Veneto di Medio Fondo di categoria, stabilito sul percorso corto.
Nel frattempo continua ad aumentare vertiginosamente il numero delle preiscrizioni dei concorrenti, ma l'adesione potrà essere confermata anche il giorno stesso della gara. Predisposto anche il pacco destinato dall'organizzazione a tutti i partecipanti che consiste in un Telo Mare e un paio di “Ciabatte Ipamena”.
La presentazione ufficiale della Gran Fondo Internazionale del Centenario è stata fissata per sabato 20 maggio nella sala Consiglio del Comune di Montebelluna con inizio alle ore 11.
Francesco Coppola

http://tribunatreviso.gelocal.it/

Batte in volata Zen. Tra le donne la noalese Bertolin semina Avanzi e Cinel Nei percorsi brevi la vittoria sorride ad Andrea Martinelli e ad Erica Furlan

MONTEBELLUNA. Mauro Facci, del Team Panozzo, è il campione della terza edizione della Gran Fondo del Centenario.

L'ex professionista, maglia verde per un giorno al Giro d'Italia del 2009, ha prevalso di un soffio in volata su Enrico Zen, del Team Beraldo. Dietro ai due Antonio Camozzi, del Team Isolmani.

Erano giunti loro tre sul rettilineo finale dopo aver percorso 144 chilometri alla media di 34,350 chilometri orari. La selezione era già avvenuta sulla seconda salita, se ne erano andati in due: Facci e Camozzi, poi era rientrato Zen.

E dal quel momento la gara è stata affare tra loro, tanto che gli immediati inseguitori sono giunti sul traguardo di Montebelluna con un vantaggio di quattro minuti e mezzo sul gruppetto di inseguitori. La volata in corso Mazzini è stata lanciata ai 200 metri, una volata lunga, che Facci ha vinto con un colpo di reni davanti a Zen.

«Ai 50 metri sentivo che Enrico mi stava passando -ha raccontato poi Mauro Facci- ho tenuto duro e sono riuscito a tagliare per primo il traguardo".

Tra le donne la reginetta della Gran Fondo del Centenario è stata invece Odette Bertolin, del Mgk Vis. La ciclista di Noale non ha avuto bisogno di sprintare, perché Claudia Avanzi, la seconda, e Tania Cinel, la terza, sono giunte molti distanziate.

E lei, sul palco, ha dedicato la sua vittoria ai genitori Anuska e Gabriele, che erano al traguardo ad applaudirla. Prima di loro erano arrivati sul traguardo i ciclisti del percorso breve, 110 chilometri, con sole due salite, tanto che hanno fatto una media di 41 chilometri all’ora.

Tra i maschi la vittoria, anche questa in volata, è andata ad Andrea Martinelli, del Team Sanvido, davanti a Marco Trevisan e Davide Spiazzi. In fuga erano Bianchin, Avanzo e Lazzaro, raggiunti da un gruppetto a 800 metri dall'arrivo, sul traguardo si sono presentati in una decina e allo sprint ha prevalso Martinelli.

Niente sprint tra le donne, anche in questo caso sono arrivate tra loro distanziate.

Batte in volata Zen. Tra le donne la noalese Bertolin semina Avanzi e Cinel Nei percorsi brevi la vittoria sorride ad Andrea Martinelli e ad Erica FurlanPrima tra tutte Enrica Furlan, della Cicli Spezzotto, che ha confermato la vittoria del 2015 sul traguardo di Montebelluna. Piazze d'onore per

Antonella Incristi e Sonia Pessuti. Erano partiti in 1019 alle
8 da Montebelluna, una carovana impressionante, che si è spezzettata lungo il percorso quando sono cominciati i primi allunghi.

«E' stata un successo»: ha commentato Angelo Pasqualin, il presidente del GS Olang, la società organizzatrice della Gran Fondo del Centenario.

Enzo Favero

MADRINE DELLA MANIFESTAZIONE LE CAMPIONESSE ALESSANDRA CAPPELLOTTO E DIANA ZILIUTE

http://www.federciclismoveneto.com/

A poco più di un mese dal via il Gruppo Sportivo Olang Montebelluna, organizzatore della 4^ edizione della Gran Fondo del Centenario, è in  piena attività per offrire agli atleti, alle loro famiglie e agli accompagnatori la migliore ospitalità e predisporre un gradevole percorso di gara. La manifestazione, a carattere internazionale che assegnerà il 4° Gran Premio Astvute ed il 23° Gran Premio Olang, è stata programmata per domenica 28 maggio e avrà due straordinarie madrine come le campionesse Alessandra Cappellotto e Diana Ziliute.

  I percorsi della gara, disegnati lungo le località che furono teatro della Grande Guerra del 1915-1918, sono pronti da tempo e come consuetudine è previsto un tracciato lungo (di 144 km) e uno corto (di 110 km). Lo scenario, come ha precisato Angelo Pasqualin, presidente del Gruppo Sportivo Olang che in questi giorni insieme ai propri validi collaboratori sta lavorando sodo per la perfetta riuscita dell'appuntamento internazionale, sarà lo stesso; ovvero quello che coinvolgerà la Pedemontana Trevigiana.

  La partenza della Gran Fondo del Centenario, come è avvenuto nelle precedenti edizioni, avverrà nella rinnovata e bellissima piazza principale di Montebelluna, fra la Loggia dei Grani ed il Palazzo Municipale alla presenza del sindaco Marzio Favero e dell'assessore allo sport, Elisa Gobbo.

  Piazza nella quale domenica 2 aprile furono presentate le squadre dei campioni d’Italia e del Veneto 2016 di medio fondo del Gruppo Sortivo Olang. La competizione, inoltre, sarà valida per il Campionato Veneto di Medio Fondo di categoria, stabilito sul percorso corto.

  Nel frattempo continua ad aumentare vertiginosamente il numero delle preiscrizioni dei concorrenti, ma l'adesione potrà essere confermata anche il giorno stesso della gara. Predisposto anche il pacco destinato dall'organizzazione a tutti i partecipanti che consiste in un Telo Mare e un paio di “Ciabatte Ipamena”.

  La presentazione ufficiale della Gran Fondo Internazionale del Centenario è stata fissata per sabato 20 maggio nella sala Consiglio del Comune di Montebelluna con inizio alle ore 11.

Francesco Coppola

http://amatoriale.federciclismo.it/

Si chiude tra gli applausi la 3^ edizione della Gran Fondo del Centenario-Gran Premio Astute, appuntamento seguito dal pubblico delle grandi occasioni

Montebelluna (Treviso) - Successi friulani sul percorso medio e affermazioni venete su quello lungo. E' quanto emerso della 3^ edizione della Gran Fondo del Centenario-Gran Premio Astute svoltasi domenica 29 maggio a Montebelluna con partenza ed arrivo nella nuovissima piazza della città trevigiana.

Ad aggiudicarsi le vittorie sul tracciato di 110 chilometri sono stati l'udinese Andrea Martinelli (Team Sanvido) e la pordenonese Enrica Furlan (Spezzotto Bike Team); mentre ad imporsi sulla distanza di 144 chilometri sono stati l'ex professionista vicentino Mauro Facci (Panozzo) e la veneziana Odette Bertolin (Somec Mg.K Vis). E' stata una manifestazione, quella messa a punto in ogni dettaglio dal Gruppo Sportivo Olang guidato da Angelo Pasqualin, riuscitissima che ha messo a dura prova i 1045 concorrenti iscritti e che si sono sfidati sui percorsi molto belli e suggestivi che furono teatri delle aspre battaglie del primo conflitto mondiale.
PEERCORSO CORTO UOMINI

Un appuntamento seguito dal pubblico delle grandi occasioni che non si è voluto perdere lo straordinario spettacolo specialmente in prossimità dei gran premi della montagna e in occasione delle prove cronometrate stabilite tra Valdobbiadene e Pianezze, di 10,5 km, e che ha assegnato il Gran Premio Plastipak. Ad attendere e a premiare i concorrenti numerosi personaggi del mondo della politica e dello sport, tra loro la senatrice Laura Puppato, il sindaco Marzio Favero, il consigliere della Federciclismo del Veneto, Italo Bevilacqua, il coordinatore della Struttura Tenica regionale, Mario Penariol ed il consigliere della Fci di Treviso, Alessandro Vian.

Le prove, tutte molto combattute e incerte fino agli ultimi chilometri, sono state caratterizzate da ripetuti attacchi che sui percorsi ondulati hanno messo a dura prova la resistenza dei corridori.

Nella gara sul percorso medio, che era abbinata alla 3^ prova del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello ed ha assegnato il 22° Gran Premio Olang, Andrea Martinelli ha preceduto allo sprint di 2 centesimi di secondo Marco Trevisan (High Road Team) e Davide Spiazzi (Total Speed). Tra le donne, invece, affermazione della pordenonese Enrica Furlan ha ottenuto la 4^ vittoria stagionale precedendo Antonella Incristi (Team Friuli Sanvitese) e Sonia Pasutti (Stemax Team). Le tre atlete nella classifica generale si sono piazzate rispettivamente 57^ (a 6'11"), 102^ (a 15'30") e 106^ (a 15'31").

Altrettanto combattuta è stata la gara programmata sul percorso lungo dove a spuntarla è stato il vicentino di Schio Mauro Facci che ha battuto in volata l'altro professionista vicentino Enrico Zen (Team Beraldo Green Paper) e Antonio Camozzi (Team Isolmant). Facci è stato per 8 anni professionista (dal 2003 al 2010) ed ha difeso i colori della Fassa Bortolo, della Barloworld e della Quick Step. La veneziana di San Donà di Piave Odette Bertolin, invece, ha preceduto Claudia Avanzi (Gs Pedale) e Tania Cinel (Sportissimo Top Level). Le tre atlete in classifica generale si sono piazzate rispettivamente 51^, 76^ e 94^. La portacolori della Somec Mg.K Vis sul traguardo di Montebelluna ha ottenuto la quarta vittoria dopo essersi imposta nelle gran fondo Liotto, Fisic e Valdagno. Dopo un periodo in cui è stata ricoverata in ospedale è tornata alle corse domenica.

Ad accompagnare la manifestazione, nell'attesa della conclusione delle gare, le note della Banda Musicale Città di Montebelluna e le esibizioni dei Diavoletti del Montello.
PERCORSO LUNGO DONNE (002)
PEERCOSO CORTO DONNE

Vincitori di categoria della Medio Fondo e della Gran Fondo sono risultati rispettivamente Daniela Citton (Team C. &Amp) e Gloria Bee (Pedale Feltrino), tra le Elite Women Sport; Claudia Morosin (Triathlon Noale) e Anna Zossi (Corse Cussigh), tra le Master Women-1; Martina Arsiè (Alpilatte) e Barbara Zambotti (Alpilatte), tra le Master Women-2; Andrea Molini (Miche MG. K Vis Legend) ed Antonio Surian (Uno Team Cittadella), tra gli Elite Sport; Alessandro Bianchin (Prosecco) e Mauro Gerarduzzi (Team Beraldo), tra i Master-1; Ivan Zardello (Spezzotto) e Davide Togni (Isolmant), tra i Master-2; Enzo Daniotti (Spezzotto) e Nicola Cassol (Pedale Feltrino), tra i Master-3; Massimo Signor (Tv Bike Team Villorba) e Matteo Comunello (Sportissimo), tra i Master-4; Carlo Borgogno (Veloce Club Borgo) e Paolo Nicola Greco (F. Magni Flandres), tra i Master-5; Filippo Attolini (Rana Tagliaro) e Maurizio Pinarello (Team Gf Pinarello), tra i Master-6; Renato Girardi (Catena) e Claudio Orlando (Caerano Diadora), tra i Master-7; Luciano Zocca (Grandis Racing Team) e Gabriele Ruffin (Biciverde Monselice), tra i Master-8.

A segnare i migliori tempi nella prova cronometrata sono stati Mauro Facci (Panozzo) 32'19", Enrico Zen (Team Beraldo Greenpaper Biomin) 32'29" ed Antonio Camozzi (Isolmant) 32'31"; nonché Odette Bertolin (Somec Mg K Vis) 41'35", Astrid Schartmueller (Alpilatte Br Pneumatici) 42'43" e Tania Cinel (Sportissimo Top Level) 44'34".

La 3^ Gran Fondo del Centenario ha assegnato anche i titoli provinciali Master di Treviso e a conquistare le maglie sono stati Andrea Chiminello (Spezzotto), tra gli Elite Sport; Gianluca Vettoretto (Asolana), tra i Master-1; Giuseppe Piemontese (Pinarello), tra i Master-2; Massimo Piccinino (id), tra i Master-3; Carmine Guerra (Fanzolo), tra i Master-4; Paolo Faccini (Pinarello), tra i Master-5 e Maurizio Pinarello (id), tra i Master-6. A premiare i campioni trevigiani il consigliere Alessandro Vian.

La cerimonia delle premiazioni è proseguita al Palamazzalovo dove sono stati consegnati i riconoscimenti destinati alle migliori vetrine di Montebelluna preparate per la Gran Fondo del Centenario (1^ Manzoni Abbigliamento, 2^ la Gelateria di via Cavour e 3^ la Manzoni Abbigliamento) e le prime dieci società ciclistiche classificate (1^ Gran Fondo Pinarello, 2^ Sant'Anna di Cornuda e 3^ Pedale Feltrino.

Francesco Coppola