2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

http://www.sportquotidiano.it/

Il bassanese coglie in volata il secondo posto nella prova di Montebelluna (Tv) preceduto da Mauro Facci, Antonio Camozzi completa il podio. Buona prova anche per Mauro Gerarduzzi, sesto.

Enrico Zen ha portato nuovamente i colori del Team Beraldo Green Paper Biomin sul podio di una granfondo: domenica 29 maggio il bassanese ha ottenuto infatti il secondo posto nella Granfondo del Centenario, svoltasi a Montebelluna (Tv). La prova è stata caratterizzata da un tracciato di 143 chilometri lungo i quali i partecipanti erano chiamati a superare un dislivello positivo di 2500 metri, prevalentemente collocati nella prima metà di gara con le due impegnative ascese al Monte Tomba e a Malga Budui Madean. Sono state proprio le prime salite a scremare il gruppo e a selezionare il manipolo dei battistrada. Pronto a inserirsi nella testa della corsa anche Zen, sempre a suo agio quando la strada inizia ad inerpicarsi.

La vittoria è stata affare per tre soli uomini: Zen, insieme a Mauro Facci e Antonio Camozzi si sono presentati sul rettilineo d’arrivo, pronti a disputarsi in volata il successo. Lo sprint ha premiato Facci, alle sue spalle subito Zen, seguito poi da Camozzi che ha chiuso il podio. Nel drappello seguente ha tagliato il traguardo anche l’altro portacolori del Team Beraldo Green Paper Biomin, Mauro Gerarduzzi, in sesta posizione.

http://tribunatreviso.gelocal.it/

MONTEBELLUNA. Il conto alla rovescia per la terza Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra", oggi a Montebelluna, è finito. La Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra" assegnerà il Gran Premio Astvute e sarà valida per la terza prova del Circuito del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello. I percorsi delle precedenti due edizioni sono rimasti praticamente invariati e le modifiche apportate sono state fatte in base alle segnalazioni e ai suggerimenti degli atleti che hanno partecipato negli anni scorsi. Proprio in prospettive future Pasqualin ed i suoi solerti collaboratori stanno studiando la possibilità di coinvolgere nel percorso l'Ossario del Monte Grappa.

Due i percorsi. Il lungo, di 144 km, assegnerà il 3° Gran Premio Astvte; mentre quello corto, di 110 km, sarà valido per il 22° Gran Premio Olang. La quota massima per il percorso maggiore è stata stabilita a Malga Budoi (a 2546 metri); mentre per quello breve al Combai (a 1.226 metri). La partenza e l'arrivo sono previsti in Corso Mazzini. Per coloro che si cimenteranno sul tracciato lungo è stata programmata una prova cronometrata tra Valdobbiadene e Pianezze di 10,5 km che assegnerà per il Gran Premio Plastipak.

Tra gli iscritti numerosissimi i protagonisti dell'edizione 2015. Come è noto ad imporsi nella seconda edizione della manifestazione furono Alessandro Bertuola (Cicli Copparo Ancona) ed Astrid Schartmueller (Pedale Feltrino), per il percorso lungo ed Alessandro Bianchin (Prosecco e Friends) ed Enrica Furlan (Team Spezzotto) per quello breve, Nell'edizione del 2014 si affermarono Carlo Muraro (Team Beraldo) ed Elisa Benedet (Team Rana).

Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave,
il Monte Cesen, il Montello, come ha osservato Pasqualin, sono solo alcuni luoghi storici toccati dalla Gran Fondo del Centenario che assegnerà i titoli provinciali Master di Treviso della Federazione Ciclistica Italiana e anche quelli italiani riservati agli architetti e agli ingegneri.

http://tribunatreviso.gelocal.it/

Partenza e arrivo Montebelluna attraverso il Monte Tomba fiume Piave, Cesen e Montello. Per il futuro c’è il Grappa

MONTEBELLUNA. Il conto alla rovescia per la terza edizione della Gran Fondo del Centenario «Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra», in programma domenica 29 maggio a Montebelluna, è cominciato. A pochi giorni dall'attesissimo evento, preparato sui percorsi che interesseranno le località che furono teatro del primo conflitto mondiale, il numero degli iscritti sta aumentando vertiginosamente tanto da spingere il sodalizio organizzatore, il Gruppo Sportivo Olang, presieduto dall'irriducibile Angelo Pasqualin, a posticipare la chiusura delle iscrizioni a venerdì 27 maggio.

Per il club trevigiano e per i numerosissimi appassionati dello sport del pedale questi sono giorni intensissimi caratterizzati da continue ricognizioni ai circuiti affinché tutto sia al giusto posto a cominciare dalla segnaletica e dallo stato del fondo stradale. La terza edizione della Gran Fondo del Centenario «Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra» assegnerà il Gran Premio Astvute e sarà valida per la terza prova del Circuito del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello. I percorsi delle precedenti due edizioni sono rimasti praticamente invariati e le modifiche apportate sono state fatte in base alle segnalazioni e ai suggerimenti degli atleti che hanno partecipato negli anni scorsi. Proprio in prospettive future Pasqualin ed i suoi solerti collaboratori stanno studiando la possibilità di inserire nel percorso la salita dell’Ossario del Monte Grappa.

La manifestazione, come è noto, si svolgerà su due percorsi: quello lungo e quello corto. Il percorso lungo, di 144 km, assegnerà il 3° Gran Premio Astvte; mentre quello corto, di 110 km, sarà valido per il 22° Gran Premio Olang. La quota massima per il percorso maggiore è stata stabilita a Malga Budoi (a 2.546 metri); mentre per quello breve al Combai (a 1.226 metri). La partenza e l'arrivo sono previsti in Corso Mazzini. Per coloro che si cimenteranno sul tracciato lungo è stata programmata una prova cronometrata tra Valdobbiadene e Pianezze di 10,5 km che assegnerà per il Gran Premio Plastipak.

Tra gli iscritti numerosissimi i protagonisti dell'edizione 2015. Come è noto ad imporsi nella seconda furono il trevigiano Alessandro Bertuola (Cicli Copparo Ancona) ed Astrid Schartmueller (Pedale Feltrino), per il percorso lungo ed il trevigiano Alessandro Bianchin (Prosecco e Friends) ed Enrica Furlan (Team Spezzotto) per quello breve. Nell'edizione del 2014, invece, si affermarono Carlo Muraro (Team Beraldo) ed Elisa Benedet (Team Rana).

Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave, il Monte Cesen, il Montello - come ha osservato il presidente del team che organizza Angelo Pasqualin - sono solamente alcuni luoghi storici toccati dalla Gran Fondo del Centenario che assegnerà i titoli provinciali Master di Treviso della Federazione Ciclistica Italiana e anche quelli italiani riservati agli architetti e agli ingegneri.

«Non lo nascondo» ha affermato Pasqualin «che per la nostra società è uno sforzo organizzativo di grande portata che affrontiamo con impegno e passione convinti che il passaggio storico legato a questo evento sarà per noi tutti e per i posteri un invito a non dimenticare. Uno sforzo organizzativo che affrontiamo grazie al sostegno delle pubbliche amministrazioni, delle forze dell'ordine, della Protezione Civile, della Croce Verde, dei Gruppi Alpini, degli sponsor e della schiera di volontari e amici del ciclismo. Sinceramente senza il loro apporto non si potrebbe pensare ad un allestimento così grande. Il nostro augurio agli atleti, ai dirigenti, agli accompagnatori e alle famiglie che giungeranno a Montebelluna è quello di poter trascorrere una giornata indimenticabile di sport accolti dallo spirito di amicizia del nostro gruppo sportivo e della città che amano veramente il ciclismo».

Domenica la scaletta della Gran Fondo del Centenario 2016 prevede al Palamazzalovo di via Malipiero la verifica delle iscrizioni dalle ore 6 alle 7. Quindi in corso Mazzini dalle 7 alle 7.45 ci sarà l'apertura dei cancelli per l'ingresso alle griglie di partenza. Il via alla competizione, sia per il percorso lungo che per quello corto, sarà dato alle 8. Nell'attesa per l'arrivo dei concorrenti al termine delle gare sono in programma le prove di abilità e gioco ciclismo per i bambini in età comprese tra i 5 ed i 12 anni organizzate dal Gs Diavoletti del Montello e le esibizioni della Banda Musicale Città di Montebelluna.

Seguiranno all'arrivo in Corso Mazzini le premiazioni dei primi tre classificati assoluti, sia del percorso breve che di quello lungo, dei settori femminili
e maschili. La cerimonia finale delle premiazioni dei concorrenti di tutte le categorie e dei protagonisti della cronoscalata si svolgerà al Palamazzalovo dopo il pasta party. Una giornata intensissima tutta dedicata allo sport più bello del mondo da chi gli vuole tanto bene. (f.c.)

MONTEBELLUNA. Il centro di Montebelluna invaso dalle due ruote. Domani mattina si svolge infatti la 3^ Gran Fondo del Centenario organizzato dal GS Olang, con partenza e arrivo nella nuova piazza....

MONTEBELLUNA. Il centro di Montebelluna invaso dalle due ruote. Domani mattina si svolge infatti la 3^ Gran Fondo del Centenario organizzato dal GS Olang, con partenza e arrivo nella nuova piazza. Ciò implicherà la chiusura al transito e il divieto di sosta nei parcheggi di corso Mazzini tra via Alighieri e via Pellico e di piazza Tommaseo dalle 6 alle 17 nonchè il divieto di transito dalle 7 alle 9 del tratto ovest di corso Mazzini, via XXX Aprile, via Montegrappa e via Bassanese, quando ci sono le partenze. Mentre dalle 10 alle 13 divieto nelle vie Erizzo, Feltrina Nord, Feltrina Centro, Montello, XXIV Maggio, tratto est di corso Mazzini per gli arrivi. Il programma di domani prevede la partenza sia http://tribunatreviso.gelocal.it/per il percorso corto di 110 chilometri sia per il percorso lungo di 144 chilometri alle 8. Mezz'ora dopo ci saranno le prove di abilità e gioco per

bambini dai 5 ai 12 anni, alle 11,15 ci sarà l'esibizione della banda musicale con le majorettes, poi alle 10.45 cominceranno i primi arrivi. La manifestazione, come è noto, si svolgerà su due percorsi: quello lungo e quello corto. Il percorso lungo, di 144 km, assegnerà il 3° Gran Premio Astvte; mentre quello corto, di 110 km, sarà valido per il 22° Gran Premio Olang. La quota massima per il percorso maggiore è stata stabilita a Malga Budoi (a 2.546 metri); mentre per quello breve al Combai (a 1.226 metri). Per coloro che si cimenteranno sul tracciato lungo è stata programmata una prova cronometrata tra Valdobbiadene e Pianezze di 10,5 km
che assegnerà per il Gran Premio Plastipak. Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave, il Monte Cesen, il Montello sono alcuni dei luoghi storici toccati dalla Gran Fondo del Centenario che assegnerà i titoli provinciali Master di Treviso della Federazione Ciclistica Italiana. (e.f.)

http://amatoriale.federciclismo.it/
http://www.fcitreviso.com/

Montebelluna (TV) (24/5) - Il conto alla rovescia per la terza edizione della Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra", in programma domenica 29 maggio a Montebelluna, in provincia di Treviso, è cominciato. A pochi giorni dall'attesissimo evento, preparato sui percorsi che interesseranno le località che furono teatro del Primo Conflitto Mondiale, il numero degli iscritti sta aumentando vertiginosamente tanto da spingere il sodalizio organizzatore, il Gruppo Sportivo Olang, presieduto dall'irriducibile Angelo Pasqualin, a posticipare la chiusura delle iscrizioni a venerdì 27 maggio.

Per il sodalizio trevigiano e per i numerosissimi appassionati dello sport del pedale questi sono giorni intensissimi caratterizzati da continue ricognizioni ai circuiti affinché tutto sia al giusto posto a cominciare dalla segnaletica e dallo stato del fondo stradale. La 3^ edizione della Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra" assegnerà il Gran Premio Astvute e sarà valida per la terza prova del Circuito del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello. I percorsi delle precedenti due edizioni sono rimasti praticamente invariati e le modifiche apportate sono state fatte in base alle segnalazioni e ai suggerimenti degli atleti che hanno partecipato negli anni scorsi. Proprio in prospettive future Pasqualin ed i suoi solerti collaboratori stanno studiando la possibilità di coinvolgere nel percorso l'Ossario del Monte Grappa.

La manifestazione, come è noto, si svolgerà su due percorsi: quello lungo e quello corto. Il percorso lungo, di 144 km, assegnerà il 3° Gran Premio Astvte; mentre quello corto, di 110 km, sarà valido per il 22° Gran Premio Olang. La quota massima per il percorso maggiore è stata stabilita a Malga Budoi (a 2546 metri); mentre per quello breve al Combai (a 1226 metri). La partenza e l'arrivo sono previsti in Corso Mazzini. Per coloro che si cimenteranno sul tracciato lungo è stata programmata una prova cronometrata tra Valdobbiadene e Pianezze di 10,5 km che assegnerà per il Gran Premio Plastipak.

Tra gli iscritti numerosissimi i protagonisti dell'edizione 2015. Come è noto ad imporsi nella 2^ furono Alessandro Bertuola (Cicli Copparo Ancona) ed Astrid Schartmueller (Pedale Feltrino), per il percorso lungo ed Alessandro Bianchin (Prosecco e Friends) ed Enrica Furlan (Team Spezzotto) per quello breve, Nell'edizione del 2014 si affermarono Carlo Muraro (Team Beraldo) ed Elisa Benedet (Team Rana).

Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave, il Monte Cesen, il Montello, come ha osservato Pasqualin, sono solo alcuni luoghi storici toccati dalla Gran Fondo del Centenario che assegnerà i titoli provinciali Master di Treviso della Federazione Ciclistica Italiana e anche quelli italiani riservati agli architetti e agli ingegneri.


"Non lo nascondo - ha detto Pasqualin - che per la nostra società è uno sforzo organizzativo di grande portata che affrontiamo con impegno e passione convinti che il passaggio storico legato a questo evento sarà per noi tutti e per i posteri un invito a non dimenticare. Uno sforzo organizzativo che affrontiamo grazie al sostegno delle Pubbliche Amministrazioni, delle Forze dell'Ordine, della Protezione Civile, della Croce Verde, dei Gruppi Alpini, degli sponsor e della schiera di volontari e amici del ciclismo. Sinceramente senza il loro apporto non si potrebbe pensare ad un allestimento così grande. Il nostro auguro agli atleti, ai dirigenti, agli accompagnatori e alle famiglie che giungeranno a Montebelluna è quello di poter trascorrere una giornata indimenticabile di sport accolti dallo spirito di amicizia del nostro gruppo sportivo e della città che amano veramente il ciclismo".

Il calendario della Gran Fondo del Centenario 2016 prevede al Palamazzalovo di via Malipiero la verifica delle iscrizioni dalle ore 6 alle 7. Quindi in Corso Mazzini dalle 7 alle 7.45 ci sarà l'apertura dei cancelli per l'ingresso alle griglie di partenza. Il via alla competizione, sia per il percorso lungo che per quello corto, sarà dato alle 8. Nell'attesa per l'arrivo dei concorrenti al termine delle gare sono in programma le prove di abilità e gioco ciclismo per i bambini in età comprese tra i 5 ed i 12 anni organizzate dal Gs Diavoletti del Montello e le esibizioni della Banda Musicale Città di Montebelluna.

Seguiranno all'arrivo in Corso Mazzini le premiazioni dei primi tre classificati assoluti, sia del percorso breve che di quello lungo, dei settori femminili e maschili. La cerimonia finale delle premiazioni dei concorrenti di tutte le categorie e dei protagonisti della cronoscalata si svolgerà al Palamazzalovo dopo il pasta party. Una giornata intensissima tutta dedicata allo sport più bello del mondo da chi gli vuole tanto bene.

Francesco Coppola