2014 Copyright GSolang | P.IVA 02081400265 | Montebelluna (TV) ITA

Svelata la 3a GF del Centenario L’evento sui luoghi della Grande Guerra è in programma domenica 29 maggio

http://www.federciclismo.it/

Montebelluna (TV) (7/5) - Tra la città di Montebelluna (tra le più belle e storiche della provincia di Treviso), lo sport e la cultura, c'è un grande ed inscindible legame. Ad evidenziarlo è stata sabato 7 maggio la presentazione della 3^ edizione della Gran Fondo del Centenario-"Sui luoghi e nel ricordo della Grande Guerra" svoltasi nella gremita sala del Consiglio Comunale alla presenza delle autorità del mondo dello sport e della politica. Un evento, quello programmato per domenica 29 maggio, che è migliorato anno dopo anno e che ha tutte le caratteristiche per diventare in futuro a carattere internazionale.

Alla presentazione sono intervenuti, tra gli altri, i presidenti della Federciclismo del Veneto e di quella di Treviso, Raffaele Carlesso ed Ivano Corbanese, i consiglieri Italo Bevilacqua ed Alessandro Vian, i responsabili delle Strutture Tecnica e Cicloturistica Amatoriale, Mario Peariol e Giorgio Martin, il sindaco ed il vice di Montebelluna, Marzio Favero ed Elzo Severin ed il primo cittadino di Trevignano, Ruggero Feltrin.

Ad inaugurare la cerimonia è stato il presidente del Gruppo Sportivo Olang, Angelo Pasqualin, organizzatore dell'evento che ha portato il saluto agli ospiti.

"Per il nostro sodalizio - ha sottolineato il presidente - è un grande onore e una particolare opportunità poter esporre il progetto organizzativo rivolto principalmente a ricordare la storia della nostra terra, martoriata dagli eventi bellici all'inizio del secolo scorso. Al tempo stesso, però, è forte il sentimento sportivo legato a quella data storica e la nostra finalità è di consentire con la terza Gran Fondo del Centenario a molti corridori di rivisitare i luoghi e percorrere le strade simbolo della resistenza nel periodo compreso tra il 1915 e 1918. Montebelluna, il Monte Tomba, il Fiume Piave, il Monte Cesen, il Montello - ha proseguito Angelo Pasqualin - sono solo alcuni luoghi storici toccati dalla Gran Fondo del Centenario valida per il campionato italiano riservato agli architetti ed ingegneri e per la seconda tappa del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello. Non vi nascondo che per la nostra società è uno sforzo organizzativo di grande portata che affrontiamo con impegno convinti che il passaggio storico legato a questo evento sarà per noi tutti e per i posteri un invito a non dimenticare. Uno sforzo organizzativo che affrontiamo grazie al sostegno delle Pubbliche Amministrazioni, delle Forze dell'Ordine, della Protezione Civile, della Croce Verde, dei Gruppi Alpini, degli sponsor e della schiera di volontari e amici del ciclismo. Sinceramente senza il vostro apporto non si potrebbe pensare ad un allestimento così grande".

"Un ringraziamento speciale - ha continuato - voglio rivolgerlo al Comitato Organizzatore e al Consiglio Direttivo del Gruppo Sportivo Olang che hanno condiviso fin dall'inizio questo progetto. Sento, inoltre, il desiderio di rivolgere un cordiale invito ad assistere alla manifestazione; agli sportivi e non e ai residenti, sulle strade interessate dalla Gran Fondo del Centenario, scusandomi al tempo stesso per l'inevitabile disagio determinato dal passaggio di una moltitudine di corridori. Auguro alle atlete e agli atleti, ai dirigenti, agli accompagnatori e alle famiglie che giungeranno a Montebelluna - ha concluso Angelo Pasqualin - di trascorrere una giornata indimenticabile di sport accolti dallo spirito di amicizia del nostro gruppo sportivo e della Città di Montebelluna".

"Quello della bicicletta - ha sottolineato Marzio Favero - è lo sport degli umili e proprio gli umili furono quelli inviati a combattere e a morire per difendere il nostro Paese. La Gran Fondo del Centenario è un evento sportivo che ha come obiettivo quello di unire e non di dividere. I paesi devastati dal conflitto mondiale furono tanti e con lo sport rivivremo i momenti di commozione. Il mio augurio è che la manifestazione possa diventare a carattere internazionale perché a combattere e a morire furono ragazzi di molte nazioni".

A presentare i percorsi dal punto di vista tecnico è stato il vice presidente del Gs Olang, Renato Contin. "Il tracciati precedenti sono rimasti praticamente invariati - ha detto - e le modifiche apportate sono state fatte dalle segnalazioni dagli atleti impegnati negli anni scorsi. Il numero degli iscritti è in linea con quelli delle precedenti edizioni. Stiamo studiando la possibilità per il 2017 di coinvolgere nel percorso l'Ossario del Monte Grappa".

Gfcentenario PERCORSO

Il percorso lungo, di 144 km, assegnerà il 3° Gran Premio Astvte; mentre quello corto, di 110 km, sarà valido per il 22° Gran Premio Olang. La quota massima per il percorso lungo è stata stabilita a Malga Budoi (a 2546 metri); mentre per quello breve al Combai (a 1226 metri). La partenza e l'arrivo sono previsti in Corso Mazzini. In occasione del tracciato lungo è stata programmata una prova cronometrata tra Valdobbiadene e Pianezze di 10,5 km valida per il Gran Premio Plastipak.

"Nel giro di pochi anni la manifestazione è notevolmente cresciuta - ha sottolineato Raffaele Carlesso - e questo evidenzia come alle sue spalle c'è un gruppo valido e ben preparato composto da duecento persone. Il ringraziamento lo rivolgo anche alle amministrazioni comunali perché con i tempi che corrono averli al proprio fianco è importante".

E' toccato poi ad Ivano Corbanese e ad Alessandro Vian illustrare la manifestazione e presentare le maglie che saranno assegnate per il Campionato Provinciale Master di Treviso.

Durante lo svolgimento della Gran Fondo del Centenario i ragazzi della "Diavoletti del Montello" si esibiranno nel Gioco Ciclismo. Per l'occasione è stato avviato il concorso delle vetrine; mentre ad allietare l'attesa ci saranno le note della Banda Musicale "Città di Montebelluna".

Francesco Coppola

Domani si svela la 3a Gran Fondo del Centenario A Montebelluna comincia il conto alla rovescia per l’evento di Domenica 29 maggio

http://www.federciclismo.it/

Montebelluna (TV) - Il conto alla rovescia per la 3^ edizione della Gran Fondo del Centenario, in programma domenica 29 maggio a Montebelluna, in provincia di Treviso, è cominciato. La manifestazione sarà presentata sabato 7 maggio, con inizio alle ore 10.30, in occasione di una conferenza stampa stabilita alle ore 10.30 nella sala consiliare del Comune di Montebelluna.

L'edizione 2016 della Gran Fondo del Centenario si presenta con alcune importanti novità rispetto alle precedenti, introdotte per rendere l'appuntamento ancora più interessante ed aperto. La partenza e l'arrivo rimarranno invariati e sarà quindi la nuovissima Piazza Centrale di Montebelluna, fiore all'occhiello della città e dell'Amministrazione Comunale, ad accogliere la marea di corridori e delle loro famiglie attesi alla partenza e alla fine della gara.

La manifestazione, organizzata dal Gruppo Sportivo Olang con in testa il presidentissimo Angelo Pasqualin con la collaborazione del Comune di Montebelluna, diretto da Marzio Favero e del titolare del Calzaturificio Olang, Armando Sartor, assegnerà il 3° Gran Premio Astute Italia.

La Gran Fondo del Centenario, nata con lo scopo di affiancare le celebrazioni previste per l'anniversario della Grande Guerra del 1915-1918, è valida per il "Circuito Maglia Nera".

Francesco Coppola

Comunicato FCI N. 11 del 16 marzo 2016

http://www.federciclismo.it/

(...)

DESIGNAZIONI IN SERVIZIO APRILE - GIUGNO 2016 (SAN)

Designazione: SA015/16
Disciplina: Gran Fondo
Classe: NAZ
Denominazione gara: GRAN FONDO DEL CENTENARIO SUI LUOGHI E NEL RICORDO DELLA GRANDE GUERRA
Organizzatore
Data di effettuazione: 29.05.16
Località: Montebelluna (TV)
Presidente: Dal Col Antonio
Giudice di Arrivo: Canazza Giuseppe

(...)

 

COMINCIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER LA TERZA EDIZIONE DELLA GRAN FONDO DEL CENTENARIO-GRAN PREMIO ASTUTE ORGANIZZATA DAL GRUPPO SPORTIVO OLANG MONTEBELLUNA. LA COMPETIZIONE SARA' PRESENTATA UFFICIALMENTE SABATO 7 MAGGIO NELLA STUPENDA CITTA' TREVIGIANA

http://www.fcitreviso.com/

Montebelluna (Treviso) – Con l’inizio di aprile è entrata nel vivo l’attività del Gruppo Sportivo Olang di Montebelluna (Treviso). Il sodalizio trevigiano, infatti, si appresta ad organizzare la terza edizione della Gran Fondo del Centenario valida per il 3° Gran Premio Astute. Per la compagine presieduta da Angelo Pasqualin sono giorni intensi e di grandi impegni per farsi trovare pronta, come sempre, a per dare con generosità il massimo con la consapevolezza dell’importante ruolo che svolge nel settore non soltanto nel Veneto e nella provincia di Treviso. Il club di Montebelluna ha iniziato la nuova stagione con l’assemblea dei soci che ha provveduto all’approvazione del bilancio e alla presentazione delle attività previste per il 2016. Hanno fatto seguito la celebrazione e la benedizione del gruppo presso il Duomo di Montebelluna e quindi il giorno seguente tutti sono saliti in bici per l’uscita sui colli vicentini di Marostica, con l’immancabile passaggio sulla celeberrima salita della Rosina. Numerosa è stata la partecipazione all’uscita con la squadra al gran completo formata da 80 soci e la presenza del presidente della Federciclismo di Treviso, Ivano Corbanese. E’ stato un momento di grande aggregazione per la società, domenica 10 aprile in occasione della foto della squadra realizzata a Nervesa della Battaglia (Treviso) presso il Monumento Ossario ai Caduti della Guerra del 1915-1918 cui è seguita una breve uscita collegiale prima del brindisi offerto da Armando Sartor, titolare del calzaturificio Olang, appassionato e storico sostenitore della società che ha accolto tutti presso la sede aziendale a Volpago del Montello (Treviso) dove successivamente è intervento il sindaco di Montebelluna, Marzio Favaro. La presenza del primo cittadino di Montebelluna ed il luogo scelto per la foto sociale rappresentano la testimonianza indiscussa dell’impegno che il Comune, capofila per le celebrazioni della Grande Guerra e la società ciclistica Olang, evidenziano da diversi anni con l’organizzazione della Gran Fondo del Centenario-3° Gran Premio Astute Italia. Una manifestazione di notevole importanza sia dal punto di vista storica che agonistica ideata per consentire la rivisitazione in bicicletta dei luoghi e ricordare, al tempo stesso, l’evento bellico che all’inizio del secolo scorso devastò la nazione. L’edizione 2016 della Gran Fondo, in programmata domenica 29 maggio, si presenta con alcune novità rispetto alla precedente edizione, introdotte per rendere l’appuntamento ancora più interessante ed aperto. La partenza e l’arrivo rimarranno invariati e sarà quindi la nuovissima Piazza Centrale di Montebelluna, fiore all’occhiello della città e dell’Amministrazione Comunale, ad accogliere la marea dei corridori e delle loro famiglie attesi alla partenza e alla fine della gara. L’organizzazione nel frattempo ha perfezionato l’appuntamento previsto per la presentazione della Gran Fondo del Centenario, prevista per sabato 7 maggio, con inizio alle ore 10.30, nella sala consiliare del Comune di Montebelluna. Il Gruppo Sportivo Olang, come è noto, nel 1986, 1989 e 2015 ha vinto la Coppa Italia; nel 1998, 2010 e 2011 i titoli italiani; nel 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015 i tricolori di mediofondo; nel 1995, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010, 2011 e 2014 i campionati veneti di mediofondo; nel 2008, 2009, 2010 e 2011 i provinciali della stessa specialità; nel 1999 e nel 2005 gli furono assegnate rispettivamente dalla Federazione Ciclistica Italiana le Stelle di Bronzo e d’Argento quella d’argento al merito sportivo.

Francesco Coppola

GF del Centenario 2016, il Gs Olang Montebelluna è già al lavoro

http://amatoriale.federciclismo.it/

Montebelluna (TV) - Il 2016 è iniziato a pieno ritmo per il Gruppo Sportivo Olang di Montebelluna diretto da Angelo Pasqualin che si è messo subito al lavoro per preparare la terza edizione della Gran Fondo del Centenario in programma domenica 29 maggio (giornata dedicata ai festeggiamenti per il Corpus Domini) nella stessa meravigliosa città trevigiana.

Con l’inizio del nuovo anno sono state aperte anche le iscrizioni alla Gran Fondo del Centenario che è stata inserita, anche per l’edizione 2016, nel Circuito denominato "Maglia Nera Pinarello".

La partenza e l'arrivo per la terza edizione della Gran Fondo del Centenario, come hanno spiegato l'irriducibile Angelo Pasqualin ed i suoi validi collaboratori, sono stati programmati dal salotto buono della città di Montebelluna con la nuova piazza ultimata recentemente e situata fra la Loggia dei Grani ed il Palazzo Municipale.

L’idea della Gran Fondo, come è noto, è nata con lo scopo di affiancare le celebrazioni previste per l’anniversario della Grande Guerra del 1915-1918, che Montebelluna ha promosso come capofila del consorzio fra le amministrazioni interessate dalle iniziative commemorative.

Riprendendo dall’esperienze maturate nelle due precedenti edizioni la competizione propone due diversi percorsi parzialmente rinnovati. Più impegnativo quello "corto" che evidenzia un dislivello maggiore rispetto alle prime edizioni; la soluzione "lunga", invece, presenta una salita meno dura all’inizio mentre la successiva sarà valida anche come cronoscalata per coloro che desiderano cimentarsi contro il tempo.

La lunghezza dei tracciati è 110 km quello "corto" e di 144 km quello "lungo" che con l’introduzione della cronoscalata nel tratto Valdobbiadene-Pianezze (novità assoluta), ravviverà ancor più una corsa dal fascino accattivante.

Lo scenario che ospiterà la manifestazione si aprirà sui luoghi che furono teatro della Grande Guerra; una sorta di rivisitazione storica che interesserà stupende località e molto care agli appassionati dello sport del pedale, come Asolo, il Monte Tomba, Pederobba, il passaggio sul Fiume Piave proseguendo verso Valdobbiadene e la salita del Monte Cesen con il transito a Pianezze, poi la zona della Sinistra Piave nel territorio di Soligo e ritorno sulle strade del Montello la collina trevigiana teatro di aspri combattimenti e ora palestra del ciclismo trevigiano.

Particolari dettagli sono disponibili sul sito della Gran Fondo del Centenario all’indirizzo www.gfcentenario.it

"L’organizzazione - come ha spiegato con un pizzico d'orgoglio il presidente Angelo Pasqualin - esprime la propria soddisfazione per i risultati conseguiti, non senza fatica, ma grazie alla collaborazione di soci e di sostenitori. Anche per il 2016 Montebelluna vivrà con trepidazione l’evento sportivo più atteso della Pedemontana. Ci siamo subito messi al lavoro perché è nostra intenzione riproporre uno degli appuntamenti più belli proposti dalla nuova stagione".

Francesco Coppola